LE RIBOLLE MACERATE – OSLAVIA

Tutelare il valore.
Vitigno autoctono, la Ribolla Gialla trova a Oslavia la sua più alta espressione grazie ad un mix irripetibile di condizioni climatiche e impasto del terreno. Il resto è conoscenza elevata ad arte, ricerca continua di senso, ostinata affermazione di identità. La sintesi è la straordinaria eleganza di questi pochi genuini nel corpo e nell’anima, irripetibili altrove.

Il clima unico.
Le condizioni climatiche di Oslavia sono influenzate dalla presenza delle Alpi, che fanno da protezione nei confronti dei venti freddi provenienti da nord, e dalla vicinanza del Mare Adriatico, che mitiga le temperature. Questi due elementi condizionano anche la piovosità particolarmente accentuata della zona del Collio. Le colline del Collio rappresentano un ambiente molto eterogeneo per quanto riguarda le temperature, l’esposizione e l’orientamento dei versanti.

Le colline di Oslavia, le cui altitudini di aggirano attorno ai 150-190 metri s.l.m., sono di origine eocenica, costituite dall’alternanza molto irregolare di strati di marna ed arenaria, con forte presenza di minerali; consultando le mappe delle esposizioni, inoltre, si rende subito evidente un numero piuttosto elevato di versanti con esposizione sud, dove la captazione della radiazione solare risulta maggiore. Anche la forte ventosità che interessa le colline di Oslavia – dovuta ai venti provenienti da est che si incuneano nella Valle di Vipava – riducendo i ristagni di umidità, si rivela un fattore importante per la miglior riuscita della ribolla gialla, i cui grappoli piuttosto compatti necessitano di un’ottima ventilazione per scongiurare i rischi di marciumi, assai probabili soprattutto in un ambiente particolarmente piovoso.

Passando, infine, ad analizzare i suoli, v’è da rilevare come la ribolla gialla prediliga terreni poveri, marne silicee o calcari e marne scistose. Proprie queste ultime, dette ponche, caratterizzate da bassissima fertilità, ma ricche di elementi minerali, sono da considerarsi i terreni di predilezione. I migliori vigneti sono, dunque, quelli posizionati sulla sommità delle colline, dove la presenza di ponca è più elevata; qui le piante risulteranno meno vigorose, più equilibrate, con grappoli più piccoli e pargoli, senza grossi problemi di marciumi, più ricchi di zuccheri e di sostanze nobili. Analizzando questi dati è, dunque, facile comprendere il motivo per cui Oslavia risulta uno dei siti ideali e più vocati alla coltivazione della ribolla gialla.

L’Associazione Produttori Ribolla di Oslavia
In questa ristrettissima enclave del Collio, sei grandi interpreti di questo vino si sono uniti in Associazione per raccontare la loro passione, aprendo le loro cantine a chi voglia scoprirne l’anima, i segreti, il carattere.

Dario Princic, Fiegl, Il Carpino, La Castellada, Primosic, Radikon sono le cantine che fanno parte dell’Associazione e che hanno fatto un passo, volontario, per tutelare la Ribolla di Oslavia e le tradizioni affinché vengano tramandate utilizzando regole condivise, frutto di esperienze decennali. I punti essenziali sono condivisi nella proposta di disciplinare e poi sviluppati e declinati dai produttori in interpretazioni di stile e lavorazione.

Vitigno, territorio e promozione.
Nel 2011 sotto la regia del Seminario Permanente Luigi Veronelli, è stato pubblicato il libro Ribolla Gialla Oslavia, the Book che racconta la storia dell’associazione attraverso i suoi volti storici e i suoi territori. Disponibile in IT/EN/SLO/TED.
Dal 2018 l’Associazione organizza nel primo fine settimana di ottobre un evento attraverso cui sostiene il vitigno che meglio rappresenta questo colle – la Ribolla di Oslavia-  ma nel contempo lavora con e per il territorio valorizzandolo agli occhi degli abitanti e dei turisti. Sono da assegnare infatti a APRO le tabelle stradali “Oslavia, paese della Ribolla di Oslavia” e le “Panchine Orange” che rappresentano il colore della Ribolla prodotta proprio dalle cantine associate ad APRO.

Inoltre, attraverso un lavoro di partnership e alleanze, l’Associazione promuove il territorio non solamente in Italia ma anche all’estero tramite la stampa e attività di relazioni che, valorizzate, portano maggior visibilità e incoming proprio in questo angolo di confine. Degna di nota la partnership dell’ultima edizione di RibolliAMO, con Eataly Trieste per una giornata interamente dedicata ad Oslavia.

Testi tratti dal portale ribolladioslavia.it – A.P.R.O.
Fotografie di Fabrice Gallina

Ribolla Gialla© 2018 All rights reserved.

COLLABORATORI TECNICI
PARTNER

PROGETTO: Centro Servizi Web SrlS - Sede Operativa: Via L'Aquila 1/c 33010 Tavagnacco (UD) -P.Iva 02871400301 - dreas@centroserviziweb.info
Responsabile Commerciale - Doriano Dreas - Cell.re 328 6548737

Click to access the login or register cheese